© 2009 produttorivini.it

 

 

     
     
   
   
registrati nel database dei produttori di vini della Barolo registra la tua scheda produttore
PRODUTTORI BAROLO
Casetta F.lli sas in attesa di pubblicazione
Aurelio Settimo in attesa di pubblicazione
Sordo Giovanni in attesa di pubblicazione
Cascina Bongiovanni in attesa di pubblicazione

 

 

Entra nel Forum e discuti con gli altri utenti sulle novità e curiosità del mondo del vino ...

 

produttori vini Barolo
vini Barolo
Punta la freccetta del mouse sulle date indicate in colore arancione, una "vignetta" vi informerà degli eventi in programmazione nel mese presente. Fiere, Convegni, Degustazioni, Salotti, ecc. Salone del Vino di Torino 43° CONGRESSO DEI SOMMELIER | Barolo - Rionero in Vulture (PZ)
Guida alle Aziende Vitivinicole | Volume 1
Forum di discussione sul mondo del vino

Prossimamente il 1° volume della nuova Guida alle Aziende Vitivinicole by produttorivini.it 10 marzo 2010

 

 

 

 

 

Produttori di Barolo

Elenco dei produttori Vino Barolo

vino Barolo
produttori vino Barolo
menu homepage informativa registrati contatti
area login login PASSWORD DIMENTICATA
registrati nel nostro database dei produttori di vini della Barolo

Vino Barolo

Meraviglioso vino prodotto con uve di Nebbiolo della sottovarietà Michet, Lampia e Rosè maturata in una ristretta zona delle Langhe che fanno capo a Barolo in provincia di Cuneo. Ha un colore rosso granato con riflessi arancioni; profumo caratteristico, etereo, gradevole, intenso; sapore asciutto, pieno, robusto, austero ma vellutato. Gradazione minima: 13°. Invecchiamento obbligatorio: 3 anni, 5 anni per la Riserva.


Conosciuto come il "re dei vini" per l'aristocratica finezza del suo profilo organolettico, il Barolo è la massima espressione del principe dei vitigni italiani, il Nebbiolo, varietà autoctona piemontese (e segnatamente Albese), diffusa in altri luoghi della regione e in altre regioni della penisola, ma che trova la sua piena e compiuta affermazione sui terreni calcareo-argillosi delle colline di Langa, attraverso tre principali biotipi genetici: Michet, Lampia e Rosé. Di antiche origini, il Barolo deve i suoi natali ai conte Louis Oudart di Reims, l'enologo di Camillo Benso conte di Cavour quando questi era sindaco di Grinzane nel 1832.
Il Barolo si trasformò negli anni Settanta e Ottanta del secolo scorso in un vino da consumare soltanto nelle grandi occasioni o da regalare come oggetto di prestigio, allontandosi così dal grande pubblico. Lo scandalo del metanolo e l'immissione nel mercato di prodotti vili e corrivi fecero il resto. Il riconoscimento della DOCG e l'avvento di una nuova corrente di giovani produttori ne rilanciarono in breve tempo le quotazioni commerciali, riportando il Barolo alla piena affermazione in ambito nazionale e internazionale. In poche altre zone d'Italia come nei comuni dove nasce questo prezioso vino esiste un'attenzione così esclusiva e maniacale per la vigna, né un concetto più radicato di terroir e cru. E in nessun'altra Denominazione nazionale si è assistito a una così accesa querelle tra differenti orientamenti di stile, pensiero e interpretazioni. Così tra i diversi caratteri dei cru di origine e le diverse tendenze stilistiche questa Denominazione è attraversata da un fiorire di stili e individualità che hanno in comune doti rare quanto imprescindibili come il carattere, la complessità e la longevità. Di colore che varia dal granato classico al rubino intenso e fitto, il Barolo offre all'olfatto profumi nobili e articolati (viola, humus, cuoio, menta, spezie, frutti rossi), che trovano corrispondenza in un palato ampio, aristocratico e profondo, di grande finezza tannica. Un vino irresistibile per fascino e maestosità capace di durare per più di un cinquantennio.


*TEMPERATURA DI SERVIZIO 12 °C.


*CONSERVAZIONE
È uno dei vini più longevi. In media si possono attribuire almeno 15 anni di potenziale conservazione, ma frequentemente si supera tale quota per arrivare nei millesimi più pregiati a evoluzioni che possono raggiungere addirittura il mezzo secolo di vita.


TIPO DI BICCHIERE
Molto ampio, da rossi importanti.

 


ABBINAMENTO BAROLO
Brasato al Barolo, tajarin, lepre di civet, bagna cauda, ravioli al plin, cacciagione.